Covid, tra i positivi 4 giocatori della Polisportiva Grotta

TAMPONI GENERALI 2 (VALE)
21 settembre 2020, 12:20
3239
Condividi

Grottaminarda, Sturno, Taurasi. Il Covid 19 torna a far capolino tra la Valle Ufita e quella del Calore. 4 i nuovi casi comunicati dall’ASL di Avellino: si tratta di 4 calciatori della Polisportiva Grotta, squadra che milita nel campionato di eccellenza. A far scattare l’allarme, e i tamponi per l’intero team, la positività accertata nei giorni scorsi di un altro calciatore del Grotta, residente nel capoluogo.La squadra era quindi già in isolamento da alcuni giorni, e le attività di allenamento sospese, quando il test molecolare ha confermato la positività al coronavirus dei 4 atleti. Si tratta, nello specifico, di due ragazzi residenti a Grottaminarda, uno a Sturno e uno a Taurasi, asintomatici o con sintomi lievi. L’ASL ha già avviato le indagini per ricostruire la catena dei contatti dei giovani. Negativi, invece, i tamponi sul resto degli atleti. 

“La società ha attuato immediatamente il protocollo anti Covid in essere per le squadre dilettantistiche – ha detto il presidente della Polisportiva, Christian Ianniciello – al momento siamo in attesa della comunicazione ufficiale dell’ASL per capire il da farsi. Le attività della squadra sono state sospese appena si è appresa la positività di uno dei nostri atleti e il resto della rosa è stata messa in isolamento. I campionati dilettantistici – spiega il presidente giallo rosso – probabilmente sarebbe meglio non giocarli. Non ci sono le condizioni e le tutele per affrontarli con serenità”.Una domenica elettorale che ha dovuto fare i conti anche con il bollettino Asl. A Sturno, in particolare, dopo aver appreso la notizia della positività del giovane residente nel comune è stato chiuso in via precauzionale – come ha spiegato il sindaco Vito Di Leo - il seggio elettorale per permettere la sanificazione dei locali. La notizia ha sicuramente influito sull’affluenza alle urne. Si sono recati a votare infatti solo il 25% degli sturnesi aventi diritto per le regionali e il 35% per il referenum, due delle percentuali più basse in Irpinia.

(di Vincenzina Ricciardi )

ARTICOLI CORRELATI

COMMENTA QUESTO ARTICOLO