De Sanctis e Mancini: D’Agostino incontra l’assessore alla cultura del comune di Napoli, si cerca una soluzione per rimediare al degrado delle tombe

13 novembre 2017, 17:50
247
Condividi
Il deputato Angelo Antonio D’Agostino ha incontrato stamani l’Assessore alla cultura del Comune di Napoli, Alessandra Sardu, per sollecitare una soluzione allo stato di incuria e abbandono nel quale versano le tombe di Francesco De Sanctis e Pasquale Stanislao Mancini, i due illustri politici irpini sepolti nel cimitero monumentale di Poggioreale. Insieme al deputato, che la settimana scorsa ha presentato al riguardo un’interrogazione parlamentare al Ministro Franceschini, c’erano anche l’assessore alla Cultura del Comune di Avellino, Bruno Gambardella, i sindaci di Morra De Sancits, Gerardo Mariani, e Castel Baronia, Felice Martone, e i giornalisti dell’emittente televisiva ’Telenostra’, Norberto Vitale ed Enzo Di Micco. Quest’ultimo, con un proprio servizio, realizzato per il bicentenario della nascita di De Sanctis e Mancini, ha documentato lo stato di incuria nel quale versano le tombe dei due illustri irpini. “Si è trattato di un primo incontro – spiega D’Agostino – al quale ne dovranno seguire altri non appena l’amministrazione comunale di Napoli avrà individuato una soluzione praticabile. Il ‘quadrato’ degli uomini illustri, settore del cimitero di Poggioreale destinato alla sepoltura di personalità di rilievo, è meta di vandali che con troppa facilità accedono e profanano le tombe. Ho fatto notare all’Assessore Sardu, che ringrazio per la sua disponibilità, che in particolare quella di Pasquale Stanislao Mancini versa in condizioni di totale degrado e richiede un intervento in tempi rapidi.” “L’Assessore – aggiunge il parlamentare - si è impegnata a trovare una soluzione, a promuovere la elaborazione di un progetto che serva a dare decoro alle tombe, e a verificare, anche con gli eredi, se questo possa essere finanziato da terzi. Tuttavia, ho chiesto all'amministrazione comunale di Napoli di non escludere l’ipotesi di trasferire le tombe in Irpinia affinché De Sanctis e Mancini possano essere subito sepolti in un luogo degno della loro grandezza.” Dall’incontro, al quale ha preso parte anche Carmine Famiglietti del Comitato per il bicentenario, è emersa, infine, la volontà dell’amministrazione partenopea di organizzare a Napoli, di concerto con l’Amministrazione comunale di Avellino, un convegno che serva a ricordare la figura di Francesco De Sanctis e Pasquale Stanislao Mancini. La data indicata è il prossimo 4 dicembre.

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO