Tre casi in cinque giorni, Ariano spera: forse il peggio è passato

09 aprile 2020, 12:34
2678
Condividi

Una settimana fa il Tricolle registrava il picco di contagiati, ben 15, oggi quello che i dati Asl restituiscono è ben altro scenario. Da sabato 4 aprile i tamponi positivi tra gli arianesi sono stati solo 3, nessun caso registrato negli ultimi due giorni. Segno tangibile che anche sul Tricolle l’epidemia sta frenando e a più di tre settimane dalla chiusura della città da parte del governatore De Luca, era il 15 marzo, gli sforzi messi in campo dagli arianesi stanno dando i loro frutti.

Ariano come stabilito dal Presidente della Regione resterà blindata fino al 14 aprile poi bisognerà decidere se togliere o meno la zona rossa. E dopo settimane estenuanti combattute sempre in prima linea, respira anche il Frangipane. Da qualche giorno si registrano meno ricoveri. Attualmente risultano ricoverati  presso l’ospedale di Ariano 2 pazienti positivi in Terapia Intensiva, 46 in Medicina Covid di cui 45 positivi, 1 negativo. Nella giornata di ieri però, si è purtroppo registrato un altro decesso. É spirata nel reparto Covid del Frangipane una 77enne di Melito Irpino. È la 41esima vittima che il virus miete in Irpinia. Degli altri 48 pazienti ricoverati nel nosocomio di corso Vittorio Emanuele, quasi la metà proviene dal Centro Minerva. Anziani trasferiti dopo la scoperta di un focolaio che finora ha comportato l’avvio di una indagine giudiziaria. Sono proprio i pazienti provenienti dal Minerva a dover essere seguiti con particolare attenzione, perché oltre al Covid registrano altre patologie pregresse. E l’attenzione ora è puntata anche sule unità mobili dell’Asl che serviranno tutto il territorio irpino. Al contempo si spera di ottenere dalla Regione Campania l’accredito per processare direttamente nel laboratorio di Ariano Irpino (e di Sant’Angelo dei Lombardi) i tamponi.

(di Vincenzina Ricciardi )

ARTICOLI CORRELATI

COMMENTA QUESTO ARTICOLO