''Contagio risale a fine marzo, prese tutte le misure di sicurezza''

16 aprile 2020, 12:33
1989
Condividi
Si riaccende il focolaio al Centro Minerva di Ariano. A distanza di due settimane sono stati eseguiti nuovamente i tamponi sui degenti della residenza per anziani: 6 i nuovi positivi trasferiti ora nei nosocomi di Avellino e Ariano. Tre sono pazienti del Tricolle. Il direttore della struttura, Nicola Chianca, esclude che il contagio sia avvenuto negli ultimi 15 giorni: "Al Centro dopo la scoperta del focolaio sono state adottate stringenti misure di sicurezza" dice.

Ariano torna protagonista dell’emergenza Coronavirus in Irpinia. Quando la diminuzione dei contagi stava facendo pensare che il peggio fosse ormai alle spalle, si riaccende il focolaio del Centro Minerva. Nella residenza per anziani, già due settimane fa sotto la lente di ingrandimento per la scoperta di ben 24 contagiati tra pazienti e operatori, si registrano nuovi casi da Covid-19. Dopo questi 15 giorni infatti, si è proceduto a ripetere il tampone naso faringeo alla 40ina di  ospiti che si trovano ancora nella struttura di località Serra. Di questi ben 6 pazienti, il cui primo tampone era risultato negativo, si sono ora positivizzati. 3 persone di Ariano Irpino, 2 di Bonito e 1 di Paternopoli. Il direttore del Centro, Nicola Chianca, ha chiarito però che dalla scoperta del focolaio nella RSA del Tricolle, il personale ha adottate severe misure di sicurezza per impedire il contagio tra i restanti degenti. “Gli operatori utilizzano oltre a mascherine e guanti anche le tute che di norma si indossano nei reparti Covid, nonostante il Centro Minerva non lo sia - dice Chianche - Già dopo la positività dei primi pazienti, si è proceduto a sistemare i degenti in stanze singole. Escludo quindi che il contagio possa essere avvenuto in queste ultime due settimane, sicuramente è avvenuto prima della fine di marzo quando è stato scoperto il focolaio all’interno della struttura”.

Adesso si attende che venga effettuato il secondo tampone anche sul personale del Centro, una ventina di dipendenti, tra cui lo stesso Chianche. I nuovi positivi invece sono stati trasferiti nei nosocomi irpini. 4 degenti al “Moscati” di Avellino, 1 “Frangipane” di Ariano Irpino dove risulta già ricoverato il sesto contagiato. Il Tricolle ora balza a 148 casi di Coronavirus, c’è infatti un’altra positività tra i test effettuati sugli arianesi. 21 invece le vittime.

E sulla questione del Minerva interviene anche il senatore della Lega Pasquale Pepe, coordinatore provinciale di Avellino. “Come da noi denunciato solo qualche settimana fa - scrive il senatore del Carroccio in una nota - la gestione sanitaria dell’emergenza in Irpinia è in piena confusione, come il presidente De Luca. Si mettano in sicurezza le persone, tutte e subito, e ben vengano le indagini della magistratura sulla RSA. La gente ha il diritto di sapere chi ha sbagliato".

(di Vincenzina Ricciardi )

ARTICOLI CORRELATI

COMMENTA QUESTO ARTICOLO