L'artista albanese Milot dona un'opera a Cervinara, il paese che lo accolse profugo

07 dicembre 2017, 16:12
229
Condividi
Arrivato a Cervinara nel 1991 dopo essere scappato dall'Albania, Alfred Miraschi, in arte Milot, è diventato un artista di fama mondiale. Oggi ringrazia il paese irpino con una scultura, "La chiave di Cervinara", e dice "il regalo me l'hanno fatto loro, accogliendomi". Il 15 dicembre ci sarà la cerimonia per la sua cittadinanza onoraria.
Quella di Alfred Mirashi, in arte Milot, è una storia di speranza e di riconoscenza. Arriva in italia a 19 anni dall’Albania in uno di quei viaggi della speranza in cui si imbarcavano centinaia di giovani. Dalla Puglia si trasferisce Cervinara dove per due anni vive e studia. Ma è la sua passione per l’arte a caratterizzare la sua vita, talento che alimenta fino a diventare un artista di fama mondiale. Milot ha esposto in Cina, Italia, Inghilterra, Malta. E adesso dopo 26 anni l'artista albanese dona a Cervinara una chiave, suo marchio di fabbrica, a forma di U, alta 20 metri e pesante 40 quintali, per ringraziare quel paese che lo aveva così gentilmente accolto. Milot era arrivato in Italia con la speranza della terra promessa, un posto dove coltivare i suoi sogni, lontano dall’oppressione che in quel tempo si respirava nel suo Paese. E nelle suo opere l’artista è proprio della sua esperienza di vita che parla. Installazioni che trasmettono un chiaro messaggio di pace e solidarietà.
(di Vincenzina Ricciardi )

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO