Rabbia social, tutti contro la pista ciclabile: ''E' uno schifo''

02 marzo 2021, 15:04
422
Condividi

E' bastata qualche foto postata sui social, da parte di qualche consigliere comunale dell'opposizione, per scatenare il putiferio. Oggetto della polemica che infiamma il capoluogo, la pista ciclabile che il Comune di Avellino sta realizzando lungo Viale Italia. Non piace praticamente a nessuno.

Lo sconcerto è per la colata di asfalto che ha sostituito parte della storica pavimentazione in porfido. La pista, una corsia ciclopedonale protetta, nasce con l'idea di mettere in  in connessione i due stalli di biciclette a pedalata assistita inaugurati un anno fa dal sindaco Festa e istallati lungo viale Italia e via de Concilii. ''Fermate subito questi lavori, siete dei folli'', tuona Nicola Giordano,  consigliere comunale ed ex assessore. Gli fa eco Luca Cipriano, leader dell'opposizione: ''Avete deturpato l’intero Viale Italia.  E per fare cosa? Una colata di asfalto, ad una sola corsia, brutta, stretta ed inutilizzabile. Soldi pubblici buttati. Senso estetico zero. Senso pratico sotto zero''. Segue Franco Festa, scrittore, animatore di tante battaglie: ''Ma che vergogna, che schifo. Era uno dei luoghi più belli della città, con una doppia fila di platani, oltre quelli sul viale. Da sentirsi male, da chiudersi in casa per sempre''.

Pare che le polemiche abbiano già sortito un primo effetto. Dal comune giunge notizia che il sindaco Gianluca Festa si è deciso a bloccare momentaneamente i lavori in attesa di capire meglio come realizzare l’opera.

ARTICOLI CORRELATI

COMMENTA QUESTO ARTICOLO