Retata antidroga, 5 arresti a Gesualdo e Villamaina

23 novembre 2016, 07:02
11060
Condividi

Maxi operazione antidroga alle prime luci dell'alba, nei comuni di Gesualdo e Villamaina.

I carabinieri della Compagnia di Mirabella Eclano, agli ordini del capitano Leonardo Madaro, sono ancora impegnati nell’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Napoli a carico di 5 persone ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata alla detenzione, traffico e spaccio di stupefacenti anche a minori.

Sono in corso, numerose perquisizioni domiciliari e veicolari anche con l’ausilio di unità del Nucleo carabinieri cinofili di Sarno nonché del velivolo del 7° Nucleo elicotteri carabinieri di Pontecagnano.

IN AGGIORNAMENTO

ORE 11.30: ECCO I DETTAGLI DELL'OPERAZIONE

Retata antidroga: ennesimo colpo al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti. 

Questa mattina all’alba… la task force dei militari dell’Arma del comando provinciale di Avellino in sinergia con le unità del Nucleo carabinieri cinofili di Sarno nonché del velivolo del 7° Nucleo elicotteri carabinieri di Pontecagnano.  

Brillante, ancora una volta, l’operazione dei carabinieri della compagnia di Mirabella Eclano - agli ordini del capitano Leonardo Madaro -  a seguito di meticolose e serrate indagini coordinate dai magistrati della Procura distrettuale antimafia di Napoli.

I militari della Benemerita del comando provinciale di Avellino hanno ammanettato 5 pusher stroncando il fiorente e pericolosissimo mercato illegale della droga. 

Sono finite alle sbarre: tre persone di Gesualdo, rispettivamente di 31, 28 e 24 anni che avevano messo in atto una vera e propria associazione finalizzata alla commissione di più delitti di vendita, distribuzione, commercio, trasporto, consegna, detenzione illecita e cessione di droga con l’aggravante di aver ceduto la sostanza anche ai minori.

Gli altri due arrestati, un uomo di 56 anni di Gesualdo e una donna 45enne originaria di Villamaina sono stati colpiti dalla misura cautelare in quanto, in concorso tra loro, con più azioni esecutive di un medesimo disegno criminoso e in tempi diversi, illecitamente detenevano e cedevano, in moltissime occasioni, marijuana per un corrispettivo in denaro variabile fra i 10 e 70 euro a dose.

I cinque spacciatori avevano conquistato - come ricostruito dagli inquirenti - anche grazie ai prezzi vantaggiosi praticati (10 euro a dose) il commercio di droghe leggere nell’Alta Irpinia e nella Valle del Calore tanto da intercettare le esigenze di consumatori provenienti da Ariano Irpino, Bonito, Fontanarosa, Frigento, Mirabella Eclano, Flumeri, Morra de Sanctis, Melito Irpino, Luogosano, Sant’Angelo dei Lombardi, Sturno, Taurasi, Lapio e Grottaminarda.

Il tutto da evitare di recarsi nelle più pericolose piazze di spaccio ubicate a Napoli.

LE INDAGINI CHE HANNO INCASTRATO I PUSHER

Un anno di intensa attività di indagine: sono state eseguite attività tecniche di intercettazione durate ben 4 mesi, escussione di abituali giovani acquirenti provenienti da 16 comuni dell’Alta Irpinia  e della Valle del Calore, riscontri oggettivi con il recupero di  droga che hanno consentito di acquisire a carico degli indagati gravi indizi di colpevolezza in relazione alle reiterate e diffuse condotte di cessione a titolo oneroso di quantitativi di sostanza stupefacenti.

Gli arrestati dovranno rispondere di reati pesantissimi: associazione per delinquere finalizzata alla detenzione, traffico e spaccio di stupefacenti anche a minori avvenuto nel lasso di tempo dicembre 2012 - dicembre 2014 nei comuni di Gesualdo e Villamaina.

Tutti gli arrestati, riconducibili ad un intero nucleo familiare, sono stati tradotti presso la casa circondariale di Bellizzi Irpino.

Un grande plauso all’Arma dei carabinieri per la meritoria attività quotidiana a tutela della comunità e dei nostri giovani che rappresentano il futuro.

Ad maiora semper!

(di Teresa Lombardo )

FOTOGALLERY

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO