Stalking, violenza, pedopornografia: aula protetta per le vittime

17 dicembre 2018, 16:36
626
Condividi

Una serie di ambienti, attrezzati e confortevoli, con personale specializzato per limitare al minimo traumi e disagi. Inaugurata presso il Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino la cosidetta aula per le audizioni protette. Struttura a disposizione di magistratura e forze dell'ordine per raccogliere denunce e testimonianze su quei reati che coinvolgono le fasce più deboli, in particolare donne e minori vittime di violenza, stalking, pedopornografia. L'aula è stata realizzata dall'arma dei Carabinieri con il contributo dell'Ordine degli Avvocati, della Camera di Commercio e di Confindustria Avellino.
Secondo i dati riferiti dal Procuratore della Repubblica Rosario Cantelmo, negli ultimi 2 anni ad Avellino sono circa 500 i processi pendenti per reati che hanno a che fare con violenza, persecuzione e minacce nei confronti delle donne. Quasi ogni giorno, dunque, c'è una denuncia e la creazione di una struttura per accogliere le vittime è una buona notizia. Anche perchè, come è stato detto da molti, prima per usufruire di un'aula protetta bisognava recarsi a Napoli.
Insieme ad ordine degli Avvocati e Camera di Commercio, anche Confindustria è stata felice di poter contribuire alla realizzazione della struttura, come sottolinea il presidente Giuseppe Bruno.

Interviste: Fabio Benigni (Presidente Ordine Avvocati Avellino); Biancamaria D'Agostino (Ordine degli Avvocati Avellino); Col. Massimo Cagnazzo (Comandante Provinciale Carabinieri); Maria Tirone (prefetto di Avellino); Giuseppe Bruno (Presidente Confindustria Avellino)

Mimmo Gambacorta Sindaco

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO