Terrore sul Raccordo, spari e auto in fiamme: assalto a portavalori

04 dicembre 2018, 11:52
2314
Condividi

AGGIORNAMENTO

Potrebbe essere di alcuni milioni di euro il bottino della rapina a tre furgoni portavalori della Cosmopol avvenuto intorno alle 10:15 di stamattina sul raccordo autostradale Avellino-Salerno. Uno dei furgoni è stato incendiato mentre un altro è riuscito a superare la barriera di auto poste di traverso sulla carreggiata dai rapinatori. Armati di kalashnikov, i banditi hanno intercettato i furgoni, che procedevano in direzione del capoluogo irpino, ad un centinaio di metri dallo svincolo di Serino (Avellino). Ci sarebbe stato anche un conflitto a fuoco con una pattuglia della Polstrada in servizio sul raccordo. Nessuno degli agenti intervenuti sarebbe rimasto ferito. 

TERRORE SUL RACCORDO

Scene da film lungo il Raccordo Avellino – Salerno. Auto in fiamme, mitra, banditi in azione a volto coperto. Un piano studiato nei minimi dettagli e messo in atto da professionisti del crimine. Due i portavalori Cosmopol assaltati. In tre punti diversi del Raccordo il commando ha abbandonato delle auto di traverso prima di incendiarle, poi ha bloccato un camion che trasportava carburanti intimando all’autista di piazzarlo sulla carreggiata. Subito dopo è scattato l'assalto ai mezzi. Il caso ha voluto che poco distante ci fossero dei Carabinieri in transito che hanno mandato in fumo il piano. Ne è scaturito un conflitto a fuoco. I malviventi si sono dati alla fuga, alcuni a piedi, altri hanno rubato l'auto di una signora e sono scappati.Pare che il commando di banditi fosse composto da 20 persone. Il Raccordo è rimasto completamente bloccato in entrambe le direzioni. Code chilometriche si sono formate sia lungo la variante nei pressi di Atripalda che all'uscita di Serino. Per bloccare i due portavalori i malviventi avrebbero utilizzato delle bombe carta. La dinamica però è ancora tutta di ricostruire. Le modalità dell’assalto ai due furgoni portavalori suggerirebbero la pista pugliese agli investigatori. Il modus operandi sarebbe riconducibile ad altri simili che in passato si sono consumati in Puglia. Ovviamente, in preda al panico gli automobilisti che si sono trovati davanti scene da far west.

LA NOTA DEI CARABINIERI

Questa mattina, sul raccordo Salerno Avellino, altezza di Serino, militare della Stazione di Serino impegnato in servizio di traduzione, dopo essere stato avvisato da cittadina bloccata nel traffico  circa presenza di uomini armati ed incappucciati sul tratto stradale, si è appiedato lasciando autista e detenuto e si è avveduto che numerose persone armate ed incappucciati stavano bloccando la sede autostradale. Si è avvicinato intimando l'"alt" e prima che un rapinatore armato di kalashnikov facesse fuoco, ha esploso 4 colpi di pistola. I malviventi prima di darsi alla fuga, avendo già bloccato il traffico su entrambe i sensi di marcia, incendiavano numerose auto. Contestualmente  poco più avanti, stessa corsia di marcia, un altro gruppo armato bloccava due furgoni portavalori con un furgone e mediante una ruspa asportava parte del contenuto in denaro contante. Nel frattempo altro gruppo bloccava con auto corsia sud, altezza Atripalda, per evitare l'intervento delle Forze dell'Ordine. Un gruppo di rapinatori nella fuga veniva, all'altezza di  Atripalda, intercettato da Polizia Stradale che faceva fuoco. Autori divisi in più gruppi si dileguavano  con altre auto in apppoggio lungo il predetto raccordo. Nel corso della rapina sono stati esplosi numerosi colpi di kalashnikov all'indirizzo dei furgoni portavalori e le guardie sono state disarmate. Due auto utilizzate sono state poi abbandonate. Rapina sventata in parte grazie sistemi di difesa del furgone. Al momento non si registrano feriti. Indagini in corso. Sul posto intervenuto Procuratore della Repubblica di Avellino, dott. Rosario Cantelmo ed il sostituto dott. Patscot.

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO