Pd, congresso infinto: nuovo segretario il 12 novembre

03 ottobre 2017, 15:44
188
Condividi

E' evidente come in casa Pd la dicitura ''entro e non oltre'' sia tutt'altro che perentoria. Così ancora una volta, il congresso che doveva tenersi inderogabilmente, per l'appunto, ''entro e non oltre'' il mese di ottobre, slitta di un paio di settimane. Questa la nuova road map: presentazione della candidature e delle liste il 16 ottobre; avvio dei congressi di circolo il 26; assemblea provinciale, con incoronazione del nuovo segrtario, il 12 novembre.

Alla base del rinvio c'è il tanto contestato tesseramento 2017. Le circa 3500 iscrizioni raccolte in un paio di giorni lasciano dubbi e perplessità. Da più parti sono state denunciate irregolarità. Al commissario Ermini dunque serve più tempo per verificarne la legittimità. Solo dopo si potrà definire la platea congressuale.

Dal punto di vista politico l'ennesimo slittamento potrebbe riaprire la partita, quantomeno consentire alle diverse fazioni in campo di confrontarsi e siglare delle alleanze. Al momento l'unico candidato ufficiale alla segreteria è Gaetano Bevere, in campo per l'area Del Basso De Caro. Non sarà certo un caso se praticamente tutte le correnti hanno accolto con favore lo slittamento dell'assise. Le prossime a via Tagliamento saranno settimane di incontri e confronti per salvare il salvare ed evitare che dopo l'ennesima brutta figura il partito esca definitivamente e irrimediabilmente frantumato.

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO