Regionali, si parte: scatta la corsa per un posto in lista

25 giugno 2020, 13:30
449
Condividi

Decisi i candidati alla presidenza, De Luca-Caldoro-Ciarambino, si apre  sui territori la corsa per un posto in lista. Come sempre, gli aspiranti consiglieri sono più dei 4 posti riservati all'Irpinia. Non solo, bisogna tenere conto anche dell'altetrnanza di genere. Ogni lista dovrà dunque mettere in campo 2 uomini e 2 donne.

Caos nel Pd. Fino a ieri i candidati sicuri erano gli uscenti Petracca, D'Amelio, e la new entry Livio Petitto. Mancava solo il nome di un'altra quota rosa, che avrebbe dovuto essere indicato da Area Dem, vicina all'ex senatore De Luca. Ma la corrente ha proposto Michelangelo Ciarcia, presidente dell'Alto Calore, rimettendo così tutto in discussione.  

Nelle civiche del presidente De Luca dovrebbero trovare spazio invece l'uscente Carlo Iannace e il sindaco di Teora Stefano Farina. Un'altra civica, quella organizzata da Mastella, punta in Irpinia sull'avvocato arianese Guerino Gazzella.

Per i popolari di De Mita certa la discesa nell'agone dell'ex manager del Moscati Pino Rosato. Si vocifera anche della presenza di Raffaella Manduzio, già consigliere comunale del Tricolle, e del sindaco di Altavilla Mario Vanni.

Italia Viva di Renzi schiera di sicuro Vincenzo Alaia, consigliere regionale uscente, e la coordinatrice provinciale Stefania Siano. Sebastiano Gaeta di Aiello, Beniamino Palmieri, sindaco di Montemarano, e Giovanni Ianniciello ex sindaco di Grottaminarda, sono gli altri nomi che circolano.

Nel centrodestra per Forza Italia ci sono Antonio Aufiero, ex sindaco di Pratola Serra, e Giovvannantonio Puopolo, già presidente del consiglio comunale del Tricolle. Antonia Ruggiero e  Antonella Pecchia dovrebbero essere le quote rosa.

Giovanni D'Ercole e Alessia Castiglione sono invece in pole per Fratelli d'Italia.

Folla di aspiranti nella Lega:  si parla di Oreste La Stella, presidente di Confcommercio. E poi del sindaco di Cassano Salvatore Vecchia, dell'avvocato Biancamaria D'Agostino, degli arianesi Marica Grande e Gino Cusano.

Nelle civiche di Caldoro potrebbero trovare spazio Carmine De Angelis, sindaco di Chiusano, e Carmine Famiglietti, sindaco di Castel Baronia.

Giochi chiusi nei Cinquestelle. I 4 candidati irpini, scelti dal web mesi fa, sono Vincenzo Ciampi, Carmen Bochiccio, Generoso Testa e Maura Sarno.

ARTICOLI CORRELATI

COMMENTA QUESTO ARTICOLO