Passeggiata ecologica a Starza di Pietrastornina: tra sorgenti e ruderi. Lo spettacolo del ''ponte di Annibale'' /VIDEO

11 settembre 2021, 12:53
1131
Condividi

Conoscere il territorio, riscoprirne i tesori nascosti, la vita e le attività di un tempo. Questo l'obiettivo della prima passeggiata ecologica in programma domani a Starza, frazione di Pietrastornina, organizzata dall'Associazione Aes e dall'infaticabile e appassionato Ingegnere Carmine Tirri.

Raduno alle 16:45, presso il campetto polivalente, e poi via a piedi tra ruderi, piccole cascate, laghetti, acquedotti, antichi ponti; come quello che, per lo stile in cui è realizzato, viene associato ad Annibale, condottiero cartaginese che attraversò l'Italia meridionale al tempo dei romani.  

Altra tappa, sarà quella alla sorgente, di origine antichissima, dove fino a qualche decennio fa la comunità si riforniva di acqua. La passeggiata, che gode del sostegno e del patrocinio del Comune e di numerose associazioni, si concluderà con una visita al museo della fotografia territoriale.

L'iniziativa è anche l'occasione per accendere i riflettori su una zona che vive numerosi disagi e  problemi, dallo spopolamento alla mancanza di infrastrutture. Oggi nella piccola frazione di Starza vivono una trentina di persone. Dalla fine degli anni sessanta in poi il borgo si è letteralmente svuotato, e si rianima solo d'estate, quando chi ci è nato torna per le vacanze.

Sul fronte delle infrastrutture, in particolare della rete viaria, da decenni ormai si attende il completamento dell'asse attrezzato Valle Caudina-Pianodardine e si spera nella realizzazione del traforo del Partenio, entrambi opere che potrebbero rompere l'isolamento della zona. Eppure, per altre infrastrutture, il territorio sembra appetibile. Negli anni sono stati realizzati acquedotti ed elettrodotti. Starza è persino attraversata da un metanodotto che parte dall'Algeria e arriva a Bologna. Di strade, invece, nemmeno l'ombra.

ARTICOLI CORRELATI

COMMENTA QUESTO ARTICOLO