''Sette passi per il sorriso'', consegnata la donazione al Pausilipon. Iannace: “Pronti a fare ancora di più il prossimo anno”

19 febbraio 2021, 16:16
338
Condividi
Il Vesuvio e l’immensità blu del cielo e del mare che si abbracciano sullo sfondo. In una bellissima giornata di sole, il senologo dottor Carlo Iannace, insieme ad una rappresentanza delle associazioni che hanno organizzato la seconda edizione di “Sette Passi per il Sorriso”, hanno consegnato le donazioni, 10.100 euro la somma raccolta, al presidio Ospedaliero Oncologico “Pausilipon-Santobono” di Napoli.
Ad accoglierli, Annalisa Granata, medico della direzione sanitaria, Flavia Matrisciano, direttrice della Fondazione “Santobono” e Anna Maria Ziccardi, presidente della Fondazione “Santobono-Pausilipon”, che hanno portato i saluti del direttore generale dell’AORN Santobono-Pausilipon, Rodolfo Conenna.
“Anche quest’anno - ha spiegato Flavia Matrisciano - con i fondi raccolti grazie alla solidarietà dimostrata da tante persone che seguono le iniziative del dottore Iannace, provvederemo all’acquisto di attrezzature per cercare di completare il laboratorio di oncologia. Con la somma raccolta lo scorso anno abbiamo comprato apparecchiature per il Dh oncologico, come il Plasma freezer, il Frigofarmaco, il Set Pompe a infusione e gli Otoscopi. Ringraziamo tutti coloro che rendono possibile tutto questo e il dottor Iannace che dimostra sempre la sua vicinanza ai nostri ragazzi”.
“Contiamo di fare ancora di più il prossimo anno - ha dichiarato Iannace - e sarà sicuramente più facile coinvolgere di nuovo le scuole, e organizzare eventi e mercatini che ci permettano di continuare nel nostro obiettivo, quello di donare sorrisi a tanti bambini e ragazzi, anche da parte dei loro coetanei, visto che le scuole hanno mostrato interesse e impegno lo scorso anno creando le decorazioni natalizie che ci aiutano a raccogliere fondi. Colgo ancora una volta l’occasione per ringraziare tutti quanti hanno contribuito anche quest’anno, nonostante il periodo non facile che stiamo vivendo”.

ARTICOLI CORRELATI

COMMENTA QUESTO ARTICOLO