Slow food, al "Carlo Gesualo" si presenta la guida sull'irpinia

teatro gesualdo
12 settembre 2014, 16:14
697
Condividi
Sarà Gaetano Pascale, presidente nazionale di Slow Food, che domenica 14 settembre alle ore 18:00, nel foyer del piano terra del Teatro “Carlo Gesualdo” di Avellino, presenterà “Nella terra del Greco e del Fiano”, la prima guida completamente dedicata all’Irpinia, edita da Slow Food Editore e da Touring Club Italia. 
La presentazione della guida “Nella terra del Greco e del Fiano”, sarà aperta dal presidente dell’Istituzione Teatro comunale Luca Cipriano che introdurrà i tanti ospiti che parteciperanno all’evento a partire dal sindaco di Avellino Paolo Foti, i parlamentari Luigi Famiglietti e Giancarlo Giordano, il presidente della Commissione Istruzione e Cultura, Ricerca scientifica, Politiche sociali della Regione Campania Antonia Ruggiero, il commissario straordinario dell’Ente provinciale per il Turismo di Avellino Luigi Napolitano e il fiduciario di Slow Food Campania Giuseppe Orefice, che porteranno i loro saluti. 
L’incontro proseguirà con gli interventi di Angelo Surrusca di Slow Food Editore, Luciano Mornacchi, direttore commerciale Touring editore, Lucio Napodano, consigliere nazionale Slow Food e di Vito Abate, vice presidente regionale del Club alpino italiano. A loro il compito di introdurre il pubblico “tra boschi e castelli nella verde Irpinia, sulle strade del Taurasi, del Greco di Tufo e del Fiano di Avellino”, illustrando la struttura e il senso della pubblicazione. Le conclusioni della serata, invece, saranno affidate al presidente nazionale di Slow Food Gaetano Pascale. 
“Nella terra del Greco e del Fiano” è l’ottava guida della collana “Itinerari” edita da Slow Food e Touring Club e pensata per promuovere i luoghi di maggior interesse turistico, storico, culturale ed enogastronomico del “Bel Paese”.
Dopo le pubblicazioni relative a “Le Cinque Terre”, “l’Etna e Siracusa”, “Siena”, “il Sud Tirol”, “la Maremma”, “le Langhe”, e “Lecce e il Salento”, la verde Irpinia sarà l’indiscussa protagonista di una guida monografica che metterà in risalto i tesori ambientali, storico-artistici ed enogastronomici della provincia di Avellino attraverso un itinerario, appunto, che ripercorrerà i luoghi dei vitigni autoctoni che hanno reso il nostro territorio importante e conosciuto in tutto il mondo.
A seguire, alle ore 20, la Condotta Slow Food Avellino, offrirà un rinfresco a tutti gli ospiti del Teatro comunale irpino in una sorta di degustazione dei migliori prodotti tipici locali, messi a disposizione dai soci della sezione avellinese di Slow Food come l’Azienda agricola “Fabio De Beaumont” con il suo vino fortificato “Don Fa’” e l’Azienda vinicola “I Favati” con il suo spumante, che per l’occasione saranno serviti insieme in un cocktail “speciale”. Inoltre si potranno degustare i dolci da forno di “Che Pasticcio” e i torroni dell’Azienda “Vincenzo Di Iorio” di Dentecane. 
La serata si concluderà in contemporanea con il concerto evento gratuito della “Us Allied Jazz Diplomats – Us Naval Forces Europe Band”, ultimo appuntamento di Musica al Parco, il primo festival di musica internazionale della città di Avellino organizzato dal Teatro comunale irpino con la direzione artistica dell’associazione “I Senzatempo” e il sostegno dell’Ente provinciale del Turismo di Avellino.

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO