Mastella lancia sferzate a Salvini: "Incredibile, si occupa del centro Minerva di Ariano e di Villa Margherita"

"Trascura quanto si è verificato proprio nelle vicinanze di uno dei suoi sindaci campani"
Mastella
02 aprile 2020, 18:28
1502
Condividi

“È davvero incredibile, quasi inconcepibile, che Salvini si occupi delle vicende della Casa di Cura Villa Margherita di Benevento e di quelle del Centro Minerva di Ariano Irpino, mentre, invece, trascuri, assieme ai suoi responsabili regionali, quanto si è verificato proprio nelle vicinanze di uno dei suoi sindaci campani con i quali è in contatto in merito a tali problematiche.

E questo mentre avviene un attacco al sistema della Sanità regionale da parte di molti sindaci della Lombardia. A tutti, lancio, piuttosto, un appello: basta con le polemiche, rimandiamole a dopo.

Ora, diamo una mano ai più deboli, ai malati, ai poveri, a chi povero non era e lo è diventato nel giro di una settimana. Questa, caro Salvini, è la missione di chi fa politica in maniera seria”.

Lo dichiara il sindaco di Benevento, Clemente Mastella.

Il leader della Lega era intervenuto qualche giorno fa sulla questione e sulla Villa Margherita aveva dichiarato: "Seguo con preoccupazione le notizie della casa di cura di Benevento che ha registrato un alto numero di contagiati da coronavirus.

Dal Governo centrale servono risposte rapide e concrete, soprattutto per il materiale sanitario: Vincenzo De Luca, come già fatto dalla Lombardia, ha denunciato la vergogna delle mascherine da due soldi inviate sul territorio.

Mi auguro che il presidente regionale del Pd riesca a farsi ascoltare dal governo del Pd".

Invece sul Centro Minerva, Salvini aveva sottolineato: "Nessuno abbandoni il Centro Minerva di Ariano Irpino: è isolato dopo la scoperta di più di 20 positivi al virus, che sono in fase di trasferimento. Nella struttura sono rimasti in isolamento tutti gli altri degenti e i lavoratori. La Regione e il governo intervengano: Ariano Irpino è chiusa da un’ordinanza regionale e servono risposte per chi è bloccato e richiede assistenza, a partire dal personale del Centro Minerva che ha bisogno del cambio. Ho sollevato il problema anche col governo”. 

-----

Intanto Mastella, considerato che le misure elencate nei vari D.P.C.M. sono preordinate ad evitare le occasioni di contatto ravvicinato tra le persone, segnatamente quando non sia consentito l'osservanza della distanza di sicurezza interpersonale di almeno di un metro, invita la cittadinanza ad osservare, in particolare, le misure di prevenzione igienico-sanitarie come indicate nei vari D.P.C.M., e a consentire, nelle file dinanzi alle attività commerciali una cortesia di accesso agli ultrasettantenni, alle donne in gravidanza (accesso rosa) e ai disabili.

Il sindaco Mastella invita, inoltre, le attività commerciali a tutelare, ove possibile una priorità di accesso alle persone ultra settantenni, alle donne in gravidanza e ai disabili, e a diffondere le informazioni sulle misure di prevenzione igienico- sanitarie adottate e da porre in essere.

ARTICOLI CORRELATI

COMMENTA QUESTO ARTICOLO