Ruba un'auto, 27enne nei guai. Auto restituita al legittimo proprietario

carabinieri
15 dicembre 2019, 15:29
528
Condividi

Vasta e diversificata l’operazione di perlustrazione e controllo del territorio condotta nella serata di ieri dai Carabinieri della Compagnia di Montesarchio (BN), su disposizione del Comando Provinciale di Benevento, finalizzata principalmente al contrasto dei reati di tipo predatorio ed al controllo della circolazione stradale.Il servizio, svolto per massimizzare l’attività preventiva e, se del caso, repressiva, ha interessato tanto le vie cittadine quanto le aree rurali delle varie contrade disseminate ambito comuni di competenza.Tale attività che ha visto l’impiego di equipaggi automontati composti da 12 militari dipendenti dalla Compagnia con l’ausilio di unità cinofili dell’Arma dei Carabinieri, ha consentito di controllare in totale 48 persone di interesse operativo e 36 veicoli, effettuare 5 perquisizioni, elevare 3 contravvenzioni al Codice della Strada e sottoporre 1 veicolo a sequestro, contribuendo così ad innalzare il senso di sicurezza e fiducia nelle Istituzioni da parte della cittadinanza.
Nel dettaglio: 
- a Sant’Agata de’ Goti (BN), i militari del locale Comando Stazione CC hanno deferito in stato di libertà un 46enne del luogo per sottrazione o danneggiamento di cose sottoposte a sequestro e guida senza patente in quanto revocata, in quanto, a seguito di controllo alla circolazione stradale, si accertava che lo stesso circolava alla guida di motociclo privo di copertura assicurativa e già sottoposto a sequestro amministrativo a lui affidato in custodia a seguito. Si accertava anche che lo stesso era sprovvisto di patente di guida in quanto revocata nell’anno 2011. Il motociclo veniva sottoposto a sequestro penale; 

- in Forchia (BN), militari del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno deferito in stato di libertà una cittadino 30enne del Marocco, residente in Arpaia (BN), per in quanto non aveva ottemperato all’ordine di espulsione emesso nell’anno 2014. Lo stesso veniva anche segnalato all’U.T.G. di Benevento poiché trovato in possesso di una dose di sostanza stupefacente del tipo cocaina, poi sottoposta a sequestro;
- ad  Arpaia (BN), militari dell’Aliquota Radiomobile e del locale Comando Stazione CC hanno deferito in stato di libertà un pregiudicato 34enne del posto per furto aggravato di energia elettrica in quanto, durante un controllo, si accertava che lo stesso aveva  collegato il proprio contatore ad un interruttore supplementare che permetteva di bypassare l’impianto elettrico e consentiva di prelevare abusivamente in modo fraudolento energia elettrica senza nessuna quantificazione;
- a Sant’Agata de’ Goti (BN), i militari del locale Comando Stazione CC hanno deferito in stato di libertà una 27enne censurata di Dugenta (BN) per ricettazione di auto, in quanto, a seguito di controllo alla circolazione stradale, veniva trovata a bordo di un'autovettura risultante essere stata asportata in data 4 dicembre 2019 in Caserta. Il veicolo è stato restituito al legittimo proprietario. 
Nel contesto del medesimo servizio:
- a Montesarchio (BN), i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno segnalato all’Ufficio Territoriale del Governo in qualità di assuntore di sostanza stupefacenti un 22enne trovato in possesso di una dose di sostanza stupefacente del tipo cocaina. La sostanza stupefacente  veniva sottoposta a sequestro amministrativo;
- a Ceppaloni (BN), i militari del locale Comando Stazione CC hanno segnalato all’Ufficio Territoriale del Governo in qualità di assuntore di sostanza stupefacenti un 18enne trovato in possesso di gr. 1 di sostanza stupefacente del tipo hashish. La sostanza stupefacente  veniva sottoposta a sequestro amministrativo;
- a Limatola (BN), i militari del Comando Stazione CC di Dugenta (BN), su segnalazione di cittadini, intercettavano tre persone che si aggiravano a bordo si autovettura nei pressi di abitazioni isolate. I quattro, rispettivamente uno originario del Marocco di anni 46 e due di nazionalità rumena di anni 23 e 20, tutti con a carico svariati precedenti penali per reati contro il patrimonio e la persona, non riuscivano a giustificare la loro presenza in zona e, pertanto, venivano allontanati con proposta per l’emissione di foglio di via obbligatorio.

ARTICOLI CORRELATI

COMMENTA QUESTO ARTICOLO