Scosse nel Sannio e in Irpinia: tanta paura e gente in strada

terremoto
16 dicembre 2019, 09:18
2166
Condividi

La terra continua a tremare.

Poco fa si è registrata una scossa di terremoto di magnitudo tra 3.2 e 3.7, alle ore 9.06, nella provincia di Benevento, avvertita anche nella Valle Caudina.

Dopo due minuti si è registrato un altro movimento tellurico che è stato avvertito anche a Montesarchio. Alcuni residenti sono scesi in strada.

Scosse avvertite anche ad Avellino e in provincia (a Montefusco) ma anche a Caserta, Cava dei Tirreni, Nola.

Intanto il sindaco di Montesarchio, Franco Damiano sta valutando l'ipotesi di chiudere le scuole.

Epicentro: San Leucio Del Sannio

IN AGGIORNAMENTO

IN CITTA' SCUOLE ED EDIFICI CHIUSI

A seguito delle due scosse di terremoto registratesi poco fa il sindaco Clemente Mastella, d’intesa con il prefetto Cappetta e con la Protezione Civile, ha disposto l’immediata chiusura delle scuole e degli edifici pubblici ad eccezione dei servizi e delle strutture emergenziali necessarie per la gestione degli interventi.

Alle 10.15 è prevista la riunione del Centro Operativo Comunale presso il Comando della Polizia Municipale.

Scosse di lieve entità ma c'è chiaramente molta apprensione.

PROVINCIA E UNIVERSITA': DISPOSTA LA CHIUSURA DEGLI UFFICI

Il presidente della Provincia di Benevento, Antonio Di Maria, tenuto conto dei fenomeni tellurici  che dalle ore 9.06 hanno interessato e stanno ancora interessando Benevento e i Comuni vicini, anche in considerazione delle disposizioni impartite dalle altre Istituzioni cittadine e provinciali, ha ordinato in via precauzionale che, per la giornata di oggi, restino chiusi gli Uffici della Provincia di Benevento.

Nello stesso tempo, nell’ordinanza, il presidente Di Maria dispone che siano assicurati i servizi essenziali di reperibilità da parte degli Uffici competenti.

Il Direttore Generale e il Segretario generale, d’intesa, assicureranno la presenza in servizio del personale necessario alla garanzia della erogazione dei suddetti servizi.

Intanto anche il rettore dell'Università del Sannio Gerardo Canfora fa sapere che a seguito degli eventi sismici sono sospese in via precauzionale tutte le attività didattiche e amministrative dell'Università del Sannio.

Avviate le necessarie verifiche tecniche sugli edifici dell'ateneo, seguiranno aggiornamenti nelle prossime ore.

ore 11.44

ALTRA SCOSSA DI TERREMOTO AVVERTITA NEL SANNIO MAGNITUDO 3.8 alle 11.36

ore 11.55

Gente in strada anche ad Avellino. Alcune scuole ed edifici sono stati temporaneamente evacuati. La scossa è stata avvertita anche in Alta Irpinia, a Montella ma non solo.

Ore 12.00 

A seguito di un nuovo movimento tellurico con epicentro a San Leucio del Sannio il sindaco ha disposto la chiusura delle scuole oggi e domani

I CONSIGLI DELLA PROTEZIONE CIVILE

Se arriva il terremoto

Durante un terremoto

Se sei in un luogo chiuso

Mettiti nel vano di una porta inserita in un muro portante (quello più spesso), vicino a una parete portante o sotto una trave, oppure riparati sotto un letto o un tavolo resistente. Al centro della stanza potresti essere colpito dalla caduta di oggetti, pezzi di intonaco, controsoffitti, mobili ecc. Non precipitarti fuori, ma attendi la fine della scossa

Se sei all’aperto

Allontanati da edifici, alberi, lampioni, linee elettriche: potresti essere colpito da vasi, tegole e altri materiali che cadono.

Fai attenzione alle possibili conseguenze del terremoto: crollo di ponti, frane, perdite di gas ecc.

Dopo un terremoto

Assicurati dello stato di salute delle persone attorno a te e, se necessario, presta i primi soccorsi

Prima di uscire chiudi gas, acqua e luce e indossa le scarpe. Uscendo, evita l’ascensore e fai attenzione alle scale, che potrebbero essere danneggiate. Una volta fuori, mantieni un atteggiamento prudente

Se sei in una zona a rischio maremoto, allontanati dalla spiaggia e raggiungi un posto elevato

Limita, per quanto possibile, l’uso del telefono. Limita l’uso dell’auto per evitare di intralciare il passaggio dei mezzi di soccorso.

Raggiungi le aree di attesa previste dal Piano di protezione civile.

ORE 12.19

Intanto la terra continua a tremare. Altra scossa con epicentro a Ceppaloni ma con una intensità minore...

ore 12.32 BENEVENTO, DISPOSTO IL CONTROLLO SUGLI EDIFICI PUBBLICI

Convocata dal sindaco Clemente Mastella, presso il Comando della Polizia Municipale, si è tenuta stamani una riunione urgente del Centro Operativo Comunale a seguito dello sciame sismico che sta interessando la città di Benevento in queste ore.

Nel corso della riunione si è fatto il punto sulla situazione ed è stato deciso di procedere al controllo degli eventuali danni registratisi negli edifici pubblici di proprietà comunale. L’invito a procedere ai controlli sugli edifici di propria competenza è stato esteso anche agli altri Enti presenti sul territorio cittadino. Contestualmente è stato disposto anche un controllo sulle vie di fughe degli edifici scolastici.

La riunione del Centro Operativo Comunale è stata quindi aggiornata alle ore 19.

Il sindaco Mastella, che da stamani è in costante contatto con i vertici della Protezione Civile nazionale e regionale, ha infine invitato i cittadini a prendere visione delle raccomandazioni della Protezione Civile nazionale sui comportamenti da tenere in caso di terremoto.

Le raccomandazioni sono consultabili al seguente indirizzo Internet: http://iononrischio.protezionecivile.it/terremoto/sei-preparato/se-arriva-il-terremoto/

ORE 19.55 SCUOLE A BENEVENTO CHIUSE ANCHE DOMANI

Il sindaco di Benevento, Clemente Mastella, a seguito delle risultanze delle riunioni del Centro di Coordinamento dei Soccorsi della Prefettura (CCS) e del Centro Operativo Comunale (COC) tenutesi questo pomeriggio, ha disposto in via precauzionale la chiusura di tutte le scuole cittadine anche per la giornata di domani, 17 dicembre, al fine di consentire il completamento delle operazioni di verifica in atto negli istituti scolastici a seguito dello sciame sismico registratosi oggi in città.

Saranno, invece, regolarmente aperti gli uffici comunali poiché dalle verifiche effettuate questo pomeriggio non sono risultati danni alle strutture.

In ogni caso il Centro Operativo Comunale continuerà a monitorare costantemente la situazione, pronto a mettere in atto le misure previste dal Piano Comunale di Protezione Civile nel caso di allarme sismico. 

Sul sito (www.comune.benevento.it) e sulla pagina Facebook (www.facebook.com/ComunediBenevento) del Comune sono state pubblicate le aree di attesa e le aree di accoglienza in caso di allarme sismico e che è possibile iscriversi gratuitamente al servizio “Sindaci in contatto” (chiamando il numero verde 800 029144) che provvede ad avvisare telefonicamente i cittadini in caso allerta.


Benevento, ecco le aree di attesa e di accoglienza in caso di allarme sismico

Il sindaco Clemente Mastella ricorda che il Piano Comunale di Protezione Civile prevede le seguenti aree di attesa (non soggette, quindi, a particolari rischi) in caso di allarme sismico:

ZONA VIALE MELLUSI - VIALE ATLANTICI

Area 1 – Piazza Risorgimento

Area 2 - Via Raffaele de Caro

Area 3 - Via Gabriele D’Annunzio (area antistante Chiesa di San Gennaro)

Area 5 - Piazzale antistante Chiesa dei Cappuccini

QUARTIERE PACEVECCHIA

Area 6 - Via Raffaele Delcogliano

Area 7 - Via Carlo Levi (compresa nel complesso IACP Pacevecchia)

Area 8 - Via Bellini (incrocio rotatoria su via Aldo Moro)

Area 9 - Via Pasquale Martignetti (compresa nel complesso IACP Pacevecchia “Sparaco e Spartaco”)

Area 10 - Via Antonio Segni (compresa nel complesso IACP Pacevecchia “Sparaco e Spartaco”)

Area 11 - Via Pietro Mascagni

QUARTIERE CRETAROSSA

Area 34 - Viale Rotili

RIONE LIBERTA’

Area 12 - Via Vincenzo Gioberti

Area 13 - Via del Pozzo Ciriaco (alle spalle dello Stadio Meomartini)

Area 14 - Piazzale Caduti di Cefalonia (spazio laterale Stadio Meomartini)

Area 15 - Via Carlo Poerio

Area 16 - Via Girolamo Vitelli

Area 17 - Via Luigi Piccinato

Area 18 - Piazza San Modesto

Area 19 - Via Capasso Torre (ingresso stazione ferroviaria Rione Liberta’)

QUARTIERE SANTA MARIA DEGLI ANGELI

Area 20 - Piazza Benedetto Croce

AREA CENTRO STORICO BASSO (ZONA TEATRO ROMANO)

Area 21 - Piazzale Catullo 

Area 22 – Piazza Ponzio Telesino (antistante ingresso teatro romano)

Area 23 - Viale San Lorenzo

Area 24 - Piazza Cardinal Pacca (cosiddetta Piazza S. Maria)

Area 25 - Piazza Orsini

AREA CENTRO STORICO ALTO

Area 1 - Piazza Risorgimento

Area 26 - Piazza Arechi II (cosiddetta Piazza Venanzio Vari)

RIONE FERROVIA

Area 27 - Piazza Bissolati

Area 28 - Via San Giovanni di Dio

Area 29 - Via 1° Maggio

Area 30 - Via Paolo Diacono

 

QUARTIERE PEZZAPIANA

Area 31 - Piazza Gaetano Basile

QUARTIERE PONTICELLI - CAPODIMONTE

Area 32 - Via Croce Rossa

Area 33 - Via Carlo Labruzzi

ZONA SAN VITO – PONTECORVO

Area 34 - Piazzale Parcheggio Centro Commerciale “Buonvento”

Il Piano Comunale di Protezione Civile prevede, inoltre, le seguenti aree di accoglienza (aree in cui installare i primi insediamenti abitativi per alloggiare la popolazione colpita) in caso di evento sismico: 

Ricovero 35 - Campo sportivo Meomartini

Ricovero 36 - Palazzetto dello sport “Palatedeschi”

Ricovero 37 - Complesso San Pasquale

Ricovero 38 - Campo sportivo CONI (Rione Libertà Via Duca d’Aosta)

Ricovero 39 - Palazzetto dello sport “Paladua” (Rione Ferrovia Via C. Nuzzolo)

Ricovero 40 - Palazzetto dello sport “Palaparente” (Rione Ferrovia Via Ponte a                       Cavallo)

Ricovero 41 - Campo sportivo Mellusi (Rione Mellusi)

Ricovero 42 - Campo rugby Pacevecchia.

(di Teresa Lombardo )

ARTICOLI CORRELATI

COMMENTA QUESTO ARTICOLO