Storie di altruismo, coraggio e virtù militari: onorificenza in Prefettura

22 ottobre 2021, 12:30
442
Condividi


Questa mattina il prefetto di Benevento Carlo Torlontano ha consegnato, insieme al sindaco di Frasso Telesino a Pasquale Viscusi, l’Onorificenza di Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana conferita al sig. Raffaele Viggiano, nato a Frasso Telesino il 29.11.1923.

Viggiano  nel luglio del 1944, durante un’operazione di supporto all’esercito americano impegnato nei combattimenti contro la resistenza tedesca sui monti di Castellina Marittima in provincia di Pisa, mentre era con la propria squadra di 10 uomini dell’”11° Reparto Salmerie”, che con una carovana di muli e cavalli carichi di derrate alimentari e munizioni seguiva l’esercito americano lungo un ripido sentiero montano, cadeva in un’imboscata tesa dall’esercito tedesco che, avvistata la carovana di uomini ed animali dal versante opposto del monte, apriva il fuoco di artiglieria.

In tale frangente compiva un gesto eroico a seguito del quale Umberto di Savoia, Principe di Piemonte, gli conferiva in data 1 febbraio 1945 la Medaglia di bronzo al valor militare con l’annesso soprassoldo di lire trecento annue, con la seguente motivazione “conducente di una squadra salmerie, fatto oggetto, durante il servizio di rifornimento a reparti avanzati in un delicato settore del fronte di intenso e preciso tiro di artiglieria tedesca che provocava gravi perdite nella squadra, ferito egli stesso si prodigava volontariamente sotto il fuoco al recupero degli altri feriti e dei quadrupedi rimasti senza conducente, cooperato efficacemente con l’esempio e la parola a riorganizzare la squadra che portava poi a termine il servizio affidatogli.

Esempio di elevate virtù militari, spirito di abnegazione e sprezzo del pericolo”.Successivamente, nel maggio 1961, gli veniva concessa dal Comando Militare della Regione Meridionale dell’esercito Italiano la Croce al Merito di Guerra e, nel luglio del 1962, è stato autorizzato a fregiarsi dell’emblema dell’istituto del Nastro Azzurro dei combattenti decorati al valore militare.

Nel gennaio 1962 congedato dall’Esercito Italiano, si è ritirato presso il Comune di Frasso Telesino dove ha svolto diverse attività lavorative e, da ultimo, quale dipendente dell’Amministrazione Provinciale di Benevento. Il prefetto ha rivolto  un affettuoso saluto all’insignito,  evidenziando l'importanza della testimonianza vivente del sig. Viggiano, persona che con il suo coraggio, la sua tenacia  e la sua professionalità ha dato lustro alla propria terra di origine.

ARTICOLI CORRELATI

COMMENTA QUESTO ARTICOLO