Calcio, la Vis Ariano cade in casa contro il Costa d'Amalfi

24 febbraio 2020, 15:11
1627
Condividi
Calcio. La Vis Ariano Accadia cade in casa contro il Costa d’Amalfi. La squadra di Del Vecchio non finalizza le occasioni create e nel finale arriva la beffa con un gol nato da una indecisione dell’estremo difensore arianese. La formazione del Tricolle scivola al quinto posto in classifica, e domenica c’è il derby con la Virtus Avellino.
La Vis Ariano Accadia scivola in casa contro il Costa D’Amalfi e, complice anche la vittoria per due a uno del Castel San Giorgio sulla Scafatese, scivola al quinto posto in classifica. La sconfitta di misura lascia tanto amaro in bocca per come la partita si era messa, con i padroni di casa in controllo totale sul match, e un’occasione sfruttata al meglio dagli ospiti a decretare il ko della formazione di Del Vecchio. Nella prima frazione di gioco si apprezzano buone manovre di gioco da parte dei costieri ma è la Vis a rendersi pericolosa in più circostanze. Al 8' Sekou dopo aver seminato avversari sulla fascia destra, appena in area calcia di poco a lato. Al 19’ grande occasione sui piedi di Luzzi, che però, solo in area, spara alto. Al 25'un grave episodio segna la partita. Asciutti è costretto a lasciare il campo per un grave infortunio. Accompagnato in ospedale, per lui la diagnosi è impietosa: frattura di tibia e perone. Nel corso del primo tempo non accade nulla di particolarmente rilevante, con la Vis Ariano Accadia che recrimina per le troppe occasioni sprecate sotto porta. La sensazione è che comunque la squadra di casa possa prima o poi sbloccarla, visto che la seconda frazione di gioco inizia con lo stesso copione, con la compagine arianese a costruire gioco e creare buone trame, e gli avversari a provare solo qualche tiro da fuori, che si rivela infruttuoso. Tuttavia la partita non decolla in fatto di occasioni concrete ed è così che bisogna spettare il 75', quando Bernardo prova a tirare fuori il jolly direttamente dalla bandierina, ma il Costa d’Amalfi viene salvato dall’intervento del portiere. Un minuto più tardi la Vis reclama il penalty per un atterramento di Mounard. Per l’arbitro però si può proseguire. Come nelle ormai classiche storie di calcio, dopo le occasioni per i padroni di casa arriva la beffa, servita da una circostanza che vede protagonista in negativo l’estremo difensore arianese. Al 78' il Costa D’Amalfi batte un calcio di punizione dalla distanza. La parata dovrebbe essere semplice, ma l’estremo difensore arianese non trattiene. Sulla palla si avventa Iommazzo, che non fallisce l’occasione e trasforma in gol quella che poteva essere una anonima azione di gioco. Dopo il gol degli ospiti comincia una girandola di cambi per una serie di infortuni che si susseguono. La Vis, dopo il gol dello svantaggio, le prova tutte, ma il Costa d’Amalfi chiude bene gli spazi, impedendo agli arianesi di concretizzare le trame offensiva e tenendo gli avversari lontani dalla zona pericolosa. L’ultima occasione arriva al 93’. Fodè entra in area e prova la stoccata, ma il portiere costiero salva, consegnando la preziosa vittoria ai suoi. Per la Vis Ariano resta l’amaro in bocca, ma la situazione di classifica sostanzialmente cambia poco. La squadra di Del Vecchio è sempre in zona playoff, con due puti di vantaggio sul Cervinara. Nel prossimo turno importante derby contro la Virtus Avellino.  

ARTICOLI CORRELATI

COMMENTA QUESTO ARTICOLO